Visita il sito web gestito dallo staff di questo forum...Clicca sul banner sottostante

Luca Ward Fans Forever Site

LO STAFF VI SEGNALA

CREATE THE FUTURE 

thanks to Rachele for the banner

 XF2. Make it happen! Vogliamo il secondo film di X-Files!
Se sei ancora un fan di questa serie cult aiutaci! CLICCA SUL BANNER

Regolamento del Forum


Non sono ammessi:

- Insulti e parolacce offensive verso gli altri utenti;
- Linguaggio NC17, ricordate che per l’argomento trattato dal forum gli utenti possono anche essere minorenni
- SPAM (salvo previo accordo con gli amministratori)
- I Gossip. Ogni commento irrispettoso nei confronti dell’oggetto del topic e nei riguardi degli utenti del forum sarà soggetto a sanzione.
ACCETTAZIONE

La registrazione al Foum implica l'accettazione delle regole elencate qui in breve e nella sezione 'avvisi' per esteso.. La violazione di tali regole può essere punita mediante "temporanea sospensione" dalle attività del forum, "cancellazione" dal Forum e segnalazione a FreeForumZone

 

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Mi raccomando leggete, ho fatto una fatica per riportare tutto

Last Update: 12/16/2007 6:38 AM
12/16/2007 6:38 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5,485
D&L Administrator
Dany&LucaOfficialFanForever
Ecco Alex come ha festeggiato il goal in semifinale contro la Germania(tratto dal suo libro 10 )

“Dunque sto correndo dopo aver fatto goal alla Germania, il gol che vuol dire finale sicura, e sono fuori di testa , e urlo, e non mi ricordo di aver mai urlato così, perché questo gol dà un senso a tutto il mio Mondiale, e mentre questa felicità mi allaga il cervello sto anche pensando a dove sono i miei tifosi, a non calpestare le macchine fotografiche, a non sbattere contro il braccio della telecamera eccetera.
Ora , i tifosi italiani sono tutti raccolti in questo rettangolo, e quando ormai sono passato dietro la prota, mentre continuo a correre, mi ricordo che una parte dei biglietti che ho procurato ai miei tifosi, quelli per gli amici, è subito lì, nelle tre file in basso, a ridosso della curva; un’altra parte, più piccola, per mia moglie, mia madre, mio fratello e altri parenti, ricordo che è sul lato apposto, più in alto, più centrale. Sto ancora correndo nel frattempo, e ovviamente mi piacerebbe correre là, a esultare sotto mia moglie, ma i miei compagni mi arrivano addosso: Iaquinta mi prende per la maglia, altri mi placcano e insomma mi fermo a gioire davanti al settore degli amici.
La cosa che in quel momento non so è che tra il primo e il secondo tempo Sonia e suo fratello Cristian si sono spostati, e dal loro settore sono passati in quello più basso, cioè proprio lì dove mi fermo io. Perciò, in quel tripudio pazzesco, dopo una corsa istintiva, liberatoria, e anche condizionata da così tante cose, mi fermo in un punto qualsiasi e la prima persona che vedo chi è? Sonia. Capito?” e già qui mi stavo mettendo a piangere leggendo eheh, ma ora arriva il bello

“Per quei pochi secondi – non so quanti, di preciso, dovrei riguardare il filmato per contarli, ma sicuramente saranno 10 perché un destino è un destino – mi ritrovo a urlare, pazzo di gioia, e a fare tutto quello che mi passava per la testa, in mezzo a settantamila persone, a un metro da mia moglie e suo fratello che si abbracciano.
Se lo avessi saputo, che erano lì, se avessi cercato di farlo capitare, non ci sarei mai riuscito: mi sarei sicuramente fermato tre file prima o tre file dopo. Invece, zac: centrati in pieno. E lì per lì – questo è il bello – mi è sembrata la cosa più naturale del mondo, andare a festeggiare davanti a mia moglie: era semplicemente quello che desideravo.
Poi, la sera, quando ci siamo ritrovati, ce lo siamo raccontati. “ma cosa ci facevi lì?”, ché anche i miei compagni non riuscivano a capire come avessi fatto a beccarla, e Materazzi mi ha perfino detto d’essersene commosso. Ma niente, è solo uno di quei momenti magici che dicevo, in cui tutto l’universo sembra girare attorno a te, e ora posso dire che la gioia per quel goal non sarebbe stata così intensa se non avessi avuto il privilegio assurdo di poterlo festeggiare insieme a Sonia; non sarebbe stata così completa senza la tenerezza di vedere con i miei occhi, in diretta, il pianto di liberazione di mia moglie. Per lei, poi, che ha vissuto insieme a me tutta la tensione e tutte le angosce di quei giorni, compreso il dramma di Pessotto, al quale siamo tutti e due molto legati, il fatto che io la vedessi piangere era ancora più importante che per me: ed è successo, perché c’è poco da fare, stavolta eravamo i favoriti degli dei, e stavolta gli dei non ci hanno fatto mancare nulla”



Questo è il mio commento: leggendo queste parole giuro che stavo per scoppiare a piangere, posso solo immaginare cosa abbia provato Alex, quando dopo il goal ha incrociato sua moglie.
Vote: 153.07461
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]
Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:46 PM. : Printable | Mobile | Regolamento | Privacy
FreeForumZone [v.5.2] - Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com
Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile